Chi tutela chi: i diritti nei programmi dei partiti /1

Stasera a Sassari, al circolo culturale Borderline, parlerò di diritti assieme agli altri candidati Sel Silvia Doneddu e Sergio Scavio. Il tema è molto ampio e sarà difficile affrontarne tutte le sfaccettature. Ma il livello della platea dei partecipanti renderà il dibattito sicuramente interessante, per questo vi aspetto numerosi in via Rockfeller!

Nel frattempo vi propongo un piccolo gioco.
All’inizio della campagna elettorale, man mano che venivano resi i noti i programmi, li ho raccolti per confrontarli e capire un po’ di più delle varie proposte politiche.
La mia idea di oggi è di prenderne in considerazione tre e fare, magari assieme, qualche considerazione su proposte e vision degli altri partiti sul tema della giornata.

Cominciamo con l’Agenda Monti

Continua a leggere

Annunci

Quale campagna elettorale

BallaroHo seguito Ballarò distrattamente, ieri sera, mentre rincorrevo senza troppo successo mail arretrate e preparavo i vestiti per la trasferta (finalmente!) nella mia Sassari. La distrazione non c’è stata solo ieri, perché in realtà faccio ormai tantissima fatica a seguire i talk show, incentrati come sono sullo scontro fra capacità dialettiche più che fra programmi. La campagna elettorale, poi, diventa un “periodo franco” in cui qualunque colpo basso è permesso in nome della conquista di una minima percentuale di gradimento.

In parte è successo anche ieri sera. Sechi, e soprattutto Alfano, che ripetevano come un disco rotto il proprio slogan e gli attacchi alla controparte, senza nemmeno adattarli a ciò che emergeva durante il dibattito. Vendola e la Camusso, lo dico al di là della vicinanza politica, sembravano gli unici che avessero un’idea del paese reale. Dato che parlare di lavoro e delle difficoltà delle persone a rischio di povertà è diventato un’attività da oasi Wwf sembravano quasi dei marziani. Continua a leggere