Ensemble contre la haine

Bruxelles 22 marzo 2016

#‎PorteOuverte‬, scrivono e fanno i francesi quando la paura è ancora calda. Indicando con due parole semplicissime l’unica strada per vincere davvero questa guerra. Che è la stessa di Madrid, Londra, Tunisi, Kunduz, Beirut, Homs, Suruc, New York. Non cedere alla paura e all’irresponsabilità delle parole e dei gesti, costruire ponti, studiare, far crescere i nostri bambini nel dialogo e nella conoscenza reciproca, avere il coraggio di rispondere duramente agli sciacalli e ai razzisti e tenere aperta quella porta.
Da domani, cominciando dalle aule in cui già abitano i cittadini dai mille idiomi che quelle porte non le hanno mai conosciute.

Scrivevo questo il 14 novembre scorso, dopo gli attentati di Parigi, e il mio pensiero è tristemente ma testardamente lo stesso, in questi giorni così duri per chi è cresciuto con il sogno di un mondo in pace e di un’Europa costruita dai ragazzi con lo zaino in spalla.

Annunci

Scrivi un commento / Leave a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...